Gucci Garden

Un luogo ricco di storia e bellezza

A Firenze, proprio accanto a Palazzo della Signoria c’è il meraviglioso Gucci Garden, uno spazio ideato dal direttore creativo Alessandro Michele, all’interno del Palazzo della Mercanzia. Lo spazio ospita una boutique con articoli unici ed esclusiva della maison del lusso, il ristorante Gucci Osteria, curata dallo chef stellato Massimo Bottura, e l’area espositiva Gucci Garden Galleria curata dal critico d’arte Maria Luisa Frisa.

Al primo piano troviamo lo spazio espositivo, si parte dal Mondo Flora, l’intramontabile motivo che nel tempo è stato declinato in molteplici interpretazioni e stilizzazioni e che ancora oggi  abbellisce le divise, se così si possono chiamare, dei camerieri di sala e delle commesse della boutique.

Il percorso continua arrivando alla Sala Borse, un’esposizione di design ed eccellenza artigianale che rappresenta i modelli storici, ormai veri e propri oggetti di culto.

Sera, invece è la sezione dedicata ai favolosi abiti da sera e alle loro linee sensuali, invece Preziosi è lo spazio dove sono esposte clutch uniche e oggetti di valore. 

Alla parte storica si aggiungono le mostre e le istallazioni di artisti contemporanei, selezionate in collaborazione con la Fondazione Pinault.

L’esposizione permanente continua al secondo piano, con Logomania, che ripercorre l’evoluzione del monogramma GG, tracciando la storia di questo intramontabile segno grafico divenuto emblema del made in Italy. Infine, i temi Lifestyle e Sport completano il percorso museale, con un omaggio ai simboli e ai prodotti iconici del marchio ispirati, appunto, a questi due argomenti. 

Il percorso è un viaggio non convenzionale all’interno della creatività e dell’esclusività del marchio, ripercorre l’estetica e la storia di una divinità del Made in Italy, portando il visitatore ad apprezzane le evoluzioni e la cura con cui Gucci ha seguito, anticipato e creato i trend nel mondo della moda e del design.

Tutto il palazzo è un esaltazione dell’onirico mondo della maison di moda, fatto di fiori, piante, pattern e lusso, una cifra stilistica ben identificabile e forte.

Gucci Garden ha inaugurato nel 2011 al posto di Gucci Museo, dando più dinamicità e interattività alla precedente esposizione. Infatti all’interno del percorso troviamo dai capi storici a elaborazioni grafiche, da documenti a video interattivi, tutto curato nei minimi particolari, con un interior design che non lascia nulla al caso.

Le pareti dell maison sono state decorate dalle carte da parati Gucci in tessuto stampato e da artisti eclettici come Jayde Fish, Trevor Andrew (noto anche con lo pseudonimo GucciGhost) e Coco Capitán, il tutto reso ancora più memorabile da un gigantesco ritratto ad olio del XIX secolo, Fantino con bambina, di Domenico Induno.

Al piano terra troviamo – la Gucci Osteria capitanata dallo chef Massimo Bottura – e la boutique in cui sarà possibile trovare capi e accessori esclusivi, da gonne in broccato a bomber in seta con scritte in caratteri gotici.

Un vero e proprio giardino, dove i frutti proibiti sono le meravigliose creazioni della maison di alta moda toscana, non solo un esposizione, ma un luogo dove nutrirsi, in tutti i sensi, di bellezza ed esclusività. 

Leave your thought